Il debutto in società di quel pazzo di Bernardo

Il debutto in società di San Bernardo fu un capolavoro. A ventun’anni, subito dopo aver deciso che si sarebbe rinchiuso in quella palude che era il monastero di Citeaux, abitato all’epoca da pochi monaci osservanti un regime di vita durissimo, considerò che non era sufficientemente pazzo da andarci da solo.... Continua »

Intervista ad Elena Bono, scrittrice al servizio della Parola

Giornalista (G): Cos’è per lei l’esperienza religiosa? Elena Bono (EB): Credo che l’esperienza religiosa faccia l’uomo uomo. Senza l’esperienza religiosa l’uomo è una bestia, allora tanto vale non essere mai nati, come dicono tutti i pessimisti. L’esperienza religiosa consiste in questo: prendere atto del Dio Creatore, e del fatto che... Continua »

Tempo di Dio

Finite di piangere su di voi e sopra i morti. Finite di ballare sulle tombe. Non vi accorgete che a noi è chiesto più che ai figli di ogni altro tempo? Ora bisogna ricreare il mondo in ciascuno di noi o finiremo. Ricordarci la nostra somiglianza con Dio e indurre... Continua »

San Giuseppe, l’ombra del padre

Il brano che segue è tratto dalle pagine dedicate a San Giuseppe da Ernest Hello, pubblicate nel suo testo ormai introvabile intitolato “Fisionomie di santi” San Giuseppe, colui sul quale l’ombra del Padre cadde densa e profonda. San Giuseppe, l’uomo del silenzio. Il Vangelo di lui dice solo questo: «Era... Continua »

La morte del carnevale e il testamento di Grugno Corocotta

Prima di dichiarare morto il carnevale ed entrare definitivamente nel tempo di Quaresima, consentiamoci un’ultima goliardata proprio come si usava un tempo, quando durante il martedì grasso le strade erano piene di guitti e bricconi che si lanciavano in invettive e scherzi di ogni tipo. In maniera sguaiata cantavano e... Continua »

Romeo e Giulietta, atto III, scena v

Romeo e Giulietta si sono sposati in gran segreto in mattinata. Nel pomeriggio tutto precipita: Romeo è bandito da Verona per aver ucciso Tebaldo in duello. I due amanti si incontrano nella notte e consumano come due clandestini la loro prima notte di nozze. Nella scena che segue i due... Continua »

Quella volta che rabbi Leo Baeck fu visto piangere

Nel 1933 fu fondata la “Rappresentanza Nazionale degli Ebrei Tedeschi”, deputata almeno sulla carta a rappresentare i cinquecentomila mila ebrei tedeschi di fronte al regime hitleriano. Leo Baeck a quel tempo rabbino capo di Berlino, ne divenne presidente. Nel 1939 quando i nazisti mutarono il nome dell’organizzazione in “Unione degli... Continua »

Lettera ai Romani di Ignazio di Antiochia

Saluto. Ignazio, Teoforo, a colei che ha ricevuto misericordia nella magnificenza del Padre altissimo e di Gesù Cristo suo unico figlio, la Chiesa amata e illuminata nella volontà di chi ha voluto tutte le cose che esistono, nella fede e nella carità di Gesù Cristo Dio nostro, che presiede nella... Continua »

Alcuni ammiratori di GKC

Gramsci, Calvino, Ratzinger, Wojtyla, Bergoglio, Pio XI, Lewis, Kafka e Sciascia, sono solo alcuni dei numerosi ammiratori di Chesterton. Franz Kafka, autore di opere famose come La metamorfosi, Il castello e Il processo, di lui disse: «Chesterton è così felice che si sarebbe quasi tentati di credere che abbia davvero... Continua »